Pagine

martedì 23 settembre 2008

Inizia oggi il Progetto Sperimentale di Mental Coaching Sportivo con l’USD Pietrasanta Marina 1911

Sono le 15,15 di martedì 23 settembre 2008. Comincia oggi, ufficialmente, la mia collaborazione con la prima squadra dell’USD Pietrasanta Marina 1911.

Affiancherò l’allenatore Cristiano Ciardelli e il suo staff tecnico, sviluppando un progetto sperimentale di allenamento mentale in tre fasi:

1. crescita dell’autostima di ogni componente della rosa;
2. sviluppo della motivazione individuale e di squadra;
3. applicazione di alcune tecniche di programmazione neuro-linguistica per aumentare le performance sportive dei singoli e del collettivo.

Come in ogni avventura che si rispetti, è opportuno ringraziare coloro che mi hanno permesso questa collaborazione, in primis il Presidente Serafino Coluccini, il Vice Presidente Carlo Ciaponi e il Direttore Generale Nicola Bertoni.

A tutti e tre il mio sentito grazie per aver creduto subito nel progetto e dimostrato entusiasmo nel volerlo realizzare immediatamente.

Un grazie anche a Cristiano Ciardelli, il mister del Pietrasanta Marina che ha dimostrato un’apertura mentale fuori del comune, dimostrandosi subito entusiasta della mia collaborazione che vuole essere integrativa e potenziante al già ottimo lavoro che lui e il suo staff tecnico hanno avviato.

Colgo l’occasione per fare i complimenti a tutto lo staff tecnico, da Adriano Pasquini, allenatore in seconda, ai preparatori atletici Matteo Manfredi e Simone Baldini, sino a Mario Consigli, il preparatore dei portieri. Un ringraziamento anche a Paolo Tonini, il team manager della squadra che si è subito messo a mia disposizione.

Un saluto ed un grazie anche a tutti i 26 ragazzi della rosa del Pietrasanta Marina, che mi hanno accolto con simpatia e disponibilità a confrontarsi con un tipo strano come me, anche se in alcuni di loro ho notato un pizzico di perplessità. Del tutto normale, dato che non hanno mai lavorato con un coach mentale.

Voglio dire loro di stare tranquilli, il mio arrivo è coinciso con la sconfitta in campionato con il Camaiore e sembra quasi una sorta di punizione. In realtà, stavo lavorando con il Direttore Bertoni e l'allenatore Ciardelli già da un mese ed il caso ha voluto che raggiungessimo l'accordo proprio in questo periodo.

Insomma, un’accoglienza da mille e una notte. In una città, Pietrasanta, a me già cara per molti motivi, primo tra tutti per la sua capacità di circondarsi di arte e cultura (non a caso è chiamata la Piccola Atene).

A me piace molto sperimentare e testare le cose che ho appreso e che continuo ad imparare sulla pnl e sul coaching mentale per sportivi.

Non posso che essere grato a questa società per l’opportunità che mi offre di dimostrare che l’allenamento mentale e motivazionale può offrire una marcia in più anche in un gruppo già ottimo, sia sul piano tecnico-tattico, sia fisico.

Da buon motivatore, penso in positivo e ho la possibilità di dimostrare che l'allenamento mentale può fare la differenza anche a livello dilettantistico.

Attraverso questo mio blog, Ti racconterò le varie esperienze che settimanalmente andrò a vivere sul campo e con la squadra del Pietrasanta Marina. A venerdì, giorno in cui comincerò a lavorare seriamente con i ragazzi.

Oggi, intanto, ci siamo conosciuti ed abbiamo parlato un pò delle potenzialità del cervello umano.

E Tu, che ne pensi di un mental coach che collabora con una squadra di calcio? Fammi conoscere il Tuo parere, lasciami un commento al post.

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale & Mental Coach Sportivo
“Che aiuta le persone a raggiungere un obiettivo in 5 passi”


Autore dell’ebook motivazionale Penso Positivo e del programma di coaching mentale per aiutare gli sportivi a raggiungere gli obiettivi, chiamato: “Mental Coaching per Obiettivi in 5 Passi”.

Nessun commento: