Pagine

venerdì 10 ottobre 2008

Analisi della partita in Coppa Italia con il Forte dei Marmi: la fortuna aiuta gli audaci

Mercoledì scorso i ragazzi hanno giocato in Coppa Italia con il Forte dei Marmi la partita di andata del turno ad eliminazione diretta. Risultato, 2 a 0 per noi.

Non è stata una partita avvincente e neppure bella, anche se ho notato due cose che dal punto di vista dell'approccio mentale e motivazionale alla partita, mi sono piaciute molto:

1. La grinta e la determinazione messa in campo dai ragazzi di Cristiano, che volevano assolutamente vincere;

2. La fortuna che ci ha accompagnato nella partita, soprattutto in occasione del nostro primo goal, segnato con una corta respinta del portiere avversario che scivolando ha messo la palla sul magico piede di Massimo Pierotti.

Ai molti potranno passare inosservati questi due particolari, ma a me dicono molte cose.

Intanto che la squadra comincia a recepire alcuni insegnamenti motivazionali che, per la verità, non arrivano solamente da me, bensì dal loro stesso allenatore Cristiano Ciardelli e da tutto lo staff tecnico. Per non dire dagli stessi giocatori.

Segno di una cosa importantissima: esiste una forte coesione di gruppo.

Poi che la fortuna, dopo le ultime gare in cui si era assolutamente dimenticata del Pietrasanta Marina, comincia a fare il suo capolino. Quest'aspetto è per me molto importante, perché quelli che operano nel settore motivazionale e del coaching mentale, sanno bene che non è una cosa fine a se stessa: NOI COSTRUIAMO LE NOSTRE FORTUNE.

Segno che la squadra, con il suo atteggiamento mentale, comincia a "richiamarla" a sè. Comincia a costruire i presupposti affinché la fortuna venga in aiuto degli audaci.

Ti ricordi il famoso Milan di Arrigo Sacchi? Da tutti sbeffeggiato per la fortuna sfacciata che aveva nel recuperare o vincere le partite anche negli ultimi minuti. Ebbene, quello che molti pensavano fosse solo fortuna, per la Legge di Attrazione era il risultato di quello che i giocatori del Milan pensavano e desideravano.

Ricorda che attiri verso Te stesso quello che pensi, che Ti dici, che cerchi, che desideri.

Mercoledì pomeriggio, il Pietrasanta Marina ha attirato la fortuna a sé perché ci ha creduto ed è stato più audace del Forte dei Marmi ed alla fine, è stato premiato.

Oggi ho una nuova sessione di mental coaching con i ragazzi, in vista della prossima partita di domenica ed è quello che dirò ai ragazzi, semplicemente: la fortuna aiuta gli audaci. Credeteci sempre, sino in fondo.

Giancarlo Fornei

Formatore Motivazionale & Mental Coach Sportivo

“Che aiuta le persone a raggiungere un obiettivo in 5 passi” Autore dell’ebook motivazionale Penso Positivo e del programma di coaching mentale per aiutare gli sportivi a raggiungere gli obiettivi, chiamato: “Mental Coaching per Obiettivi in 5 Passi”.

Nessun commento: