Pagine

lunedì 13 ottobre 2008

Una metamorfosi inspiegabile

Che cosa è successo al Pietrasanta Marina nel giro di 3 giorni? Si è passati dalla partita vinta mercoledì scorso in Coppa Italia con il Forte dei Marmi, in cui la squadra pur non brillando, aveva messo in campo l’anima. Alla partita di domenica in casa, con il Castelfranco, in cui è avvenuta un’inspiegabile metamorfosi: la squadra piena di grinta e di determinazione non era il Pietrasanta, bensì il Castelfranco.

Eppure era cominciata bene. Bel gioco e goal subito in avvio. Poi, come il solito, prima della fine del primo tempo, si deve essere bruciato un fusibile e la squadra è andata in black out. 1 a 1 e tutto da rifare.

Ma a differenza di altre volte, domenica era destino che si dovesse cogliere la sorpresa. Nel secondo tempo ho visto una metamorfosi inspiegabile nel Pietrasanta. Squadra molle, senza concentrazione. Niente grinta, niente determinazione. I ragazzi sembravano allo sbaraglio. E puntualmente, quando non giochi con la giusta concentrazione, vieni sempre punito: 2 a 1 per il Castelfranco.

Non entro nei meriti della partita, chi l’ha vista si è subito reso conto di un arbitraggio penoso. Eppure, indipendentemente dagli errori dell’arbitro, il Castelfranco ha giocato una gran partita, proprio sulle armi che cerco di trasmettere ai ragazzi: grinta e determinazione. Meritando la vittoria.

Con molta onestà, non riesco a capire cosa possa essere successo nell’intervallo, per avvenire una metamorfosi così radicale. Ad ogni modo, mi metto per primo sul banco degli imputati: evidentemente la squadra non era motivata abbastanza.

Quindi, siccome il mental coach motivatore sono io, chiedo pubblicamente scusa alla Società e alla tifoseria del Pietrasanta per come ha reagito la squadra nel secondo tempo.

Affronteremo l’argomento domani al campo, nella consueta sessione del martedì pomeriggio. Nel frattempo devo riflettere, perché un calo così forte è inspiegabile. Anche se, lavorando sulle menti umane da tantissimi anni, so bene che invece, esiste sicuramente un motivo: basta cercarlo.

Se hai visto la partita, lasciami un commento al post.

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale & Mental Coach Sportivo
“Che aiuta le persone a raggiungere un obiettivo in 5 passi”

Autore dell’ebook motivazionale Penso Positivo e del programma di coaching mentale per aiutare gli sportivi a raggiungere gli obiettivi, chiamato: “Mental Coaching per Obiettivi in 5 Passi”.

Nessun commento: