Pagine

martedì 23 ottobre 2012

Rituali e abitudini nello sport


Tutti gli sportivi hanno sviluppato rituali e abitudini e alcuni sono andati oltre, lasciando che si trasformassero in superstizioni.

I rituali e le superstizioni non sono la stessa cosa.

Le superstizioni sono "sostegni" basati sulle paure o su precedenti buone performance, ad esempio una maglietta o un elemento dell'equipaggiamento ritenuti fortunati.

Le superstizioni positive - quelle basate su una precedente buona performance - possono risultare utili.

Stranamente, quando una superstizione positiva non riesce a produrre benefici, la convinzione che l'ha generata rimane spesso indiscussa.

La superstizione è perpetuata, nonostante l'evidenza.

Questo è un altro esempio del potere delle convinzioni e del carattere individuale del concetto di verità.


Tratto da: "PNL per lo Sport"

Nessun commento: